COSA E' IL PROGRAMMA TAEKWON-DO KIDS ITF

Rivolto a bambini dai 3 ai 7 anni, il Programma Kids è un sistema esclusivo che integra al Taekwon-do ITF le Abilità per la Vita (o Life Skills), e mira alla formazione del bambino quale individuo in grado di interagire efficacemente in un contesto sociale. Molto utile in età prescolare in quanto insegna la disciplina, educa all'ascolto e al rispetto delle regole.

IL TAEKWON-DO NEL PROGRAMMA KIDS ITF

La pratica regolare del Taekwon-do promuove le capacità sia motorie, oggi così difficilmente esercitate dai bambini per mancanza di contesti sicuri, che cognitive. Aiuta a incanalare le energie represse e a gestire emozioni potenzialmente distruttive come aggressività e frustrazione, rafforzando la condotta morale.

Nel Programma Kids i valori del Taekwon-do ITF e il suo contenuto tecnico sono messi a disposizione di un target altrimenti ancora troppo giovane per essere inquadrato nel normale sistema di acquisizione di gradi e tanto meno nell'agonismo.

Il Programma copre il percorso ITF da X ad VIII kup, suddividendolo in piccoli traguardi in cui le difficoltà degli elementi tecnici sono adeguatamente frazionate e mediate. I contenuti tuttavia si rivolgono efficacemente anche a bambini più grandi, grazie all'accattivante sistema giocoso e semplice, basato sul principio della progressività.

LIFE SKILLS NEL PROGRAMMA KIDS ITF

Qualsiasi praticante di Taekwon-do che sperimenti l'insegnamento rivolto ai più giovani, vive già abitualmente la responsabilità di dover offrire valori ed esempi che vanno oltre la pratica dell'allenamento. Prima di divenire un atleta, il bambino del Programma Kids apprende l'educazione dentro e fuori il dojang, e tutte quelle abilità per la vita che lo aiutano nel percorso verso l'indipendenza, e a contribuire a creare un contesto sano e sicuro. L'organizzazione e la gestione del quotidiano, l'evoluzione emotiva, le prime regole sociali prima e il valore del lavoro di squadra poi; i pericoli come il bullismo e l'abuso . Queste solo alcune delle tematiche abbracciate dal Programma.

GIOCHI E DIVERTIMENTO

Giocare è allenarsi alla vita. Lo strumento principale del Programma Kids è il divertimento, attraverso giochi motori e di ruolo, di memoria, quiz ed enigmistica, racconti e schede disegna e colora, adesivi e distintivi premio. Sono queste alcune delle attività ludiche che offre il Programma. I traguardi del bambino si collezionano gradatamente sia nel Libro dello Studente, che nel Quaderno dell'Allievo e, ben visibili sull'uniforme sotto forma di distintivi, formano il diario di viaggio degli anni più speciali dell'infanzia di ogni bambino.

Il principio è tuttavia semplice: rafforzare sempre i comportamenti positivi con riscontri immediati e tangibili.

IL PROGRAMMA KIDS ITF AL SERVIZIO DEI MAESTRI FITAE-ITF

Il Programma si propone come supporto integrativo alla didattica, esperienza e fantasia del Maestro. Egli è libero di gestire in totale autonomia programmazione, temi e argomenti, sfruttando totalmente o in parte il materiale didattico a disposizione.

La FITAE-ITF si occupa della gestione e della diffusione del materiale didattico e informativo ITF Kids, organizza di corsi di formazione sul territorio sull'utilizzo del Programma e sua gestione pratica in classe, promuove eventi e iniziative dei Maestri ed Istruttori impegnati nel settore e mette a disposizione programmi e progetti da proporre a scuole ed Enti.

Responsabile
Master
Ernesto Santaniello

VII DAN


Membri
Maestro
Francesco Picchi

V DAN


Non ci sono documenti.

  • Trofeo Kids
    • Roma
    • 27 novembre 2016

    Domenica 27 novembre 2016 a Fiumicino, presso il Pala Danubio, si è svolta la seconda gara del circuito Trofeo Kids – Taekwondo Roma organizzata dall’ A.s.d. Evoluzione e Benessere. Questo circuito di Taekwon-Do è un importante appuntamento per tutti gli allievi fino a 13 anni che hanno la possibilità di confrontarsi agonisticamente con altri bambini e ragazzi che condividono la stessa passione, prima di poter accedere a gare più importanti e difficili. E’ una mini-arena di Taekwon-Do dove imparare a controllare le emozioni, affrontare la paura del “quadrato”, imparare a seguire le regole di gara, approcciarsi con la figura dell’arbitro, testare i propri limiti e una volta tornati a casa, elaborare con i propri maestri, mirati allenamenti per valorizzare le proprie qualità atletiche. In questo appuntamento, i ragazzi hanno potuto anche confrontarsi nella competizione di combattimento tradizionale e di forme a squadre. Per tutti questi allievi in erba è stata una bellissima esperienza sotto tutti i punti di vista: il fatto di essere considerati atleti come i “grandi” infonde loro molta carica e voglia di diventare agonisti. E naturalmente essendo una gara “controllata” che si svolge in atmosfera di sana competizione, amicizia, collaborazione, educazione, rispetto delle regole e passione per questa meravigliosa arte marziale, si riducono al minimo le delusioni e gli scoraggiamenti. Ringrazio quindi, con tutta la mia stima, tutti i Maestri che si sono uniti al maestro Francesco Picchi in questo percorso dedicato ai giovani atleti. Ringraziamo, infine, genitori, allievi, arbitri e coach per aver reso possibile tutto ciò.


    Dott.ssa Eleonora Benedetti
    Organizzatrice e Direttrice
    A.s.d. Evoluzione e Benessere

  • Trofeo Kids Fiumicino - 2a Gara
    • Fiumicino (Roma)
    • 06 dicembre 2015

    Domenica 6 dicembre si è svolta pressoil PalaDanubio di Fiumicino la seconda gara del circuito KIDS, organizzata dalla A.S.D. Evoluzione e Benessere.

    Questa volta non pubblichiamo un vero e proprio report, ma vogliamo condividere il post di uno spettatore, perchè spiega in maniera chiarissima di che pasta sono fatte le nostre competizioni. Niente da aggiungere:

    Quando si partecipa ad alcuni eventi sportivi ci si accorge quanto siano importanti tutte quelle associazioni che nel corso dell'anno guidano e assistono i giovani che si affacciano allo sport. Le varie discipline sportive sono importanti soprattutto perché creano una alternativa "al muretto" togliendo molti ragazzi dalla strada. Sono importanti perché insegnano a convivere nel rispetto delle regole da nord a sud senza distinzione e con una competizione sana e corretta. Le Istituzioni dovrebbero destinare più fondi a queste associazioni e soprattutto rendere la loro accessibilità più facilitata. Complimenti a Francesco Picchi, Federico Picchi, Erica Picchi e a tutti coloro che anno contribuito alla riuscita della manifestazione.

    Massimo Pezzella

    Rivolgiamo un sentitissimo ringraziamento a tutti i Maestri Francesco Picchi, Fabio Rinaldi, Paolo Gentile, David Capolongo, Lisa Reale, Emanuele Manno, Massimo Persia, Raffaele Della Vecchia, Daniele Bernadeschi, Monica Ghizzani, e le istruttrici Federica Trebbastoni e Simona Manganaro che come al solito erano presenti e che hanno portato tanti piccoli e giovani allievi, tanta educazione, tanto sano sport e tanto meraviglioso Taekwon-Do!!!

    Ringraziamo tutti i coaches che hanno aiutato, tutti gli arbitri che hanno condotto la gara con serietà e correttezza, tutti i genitori che si sono comportati nel rispetto della competizione. E naturalmente tutti gli atleti che hanno reso orgogliosi i loro maestri per la bellissima gara!

    Grazie alle giovani cinture nere che sono cresciute con questo sistema di gare e che hanno trascorso la loro domenica con noi anche se non dovevano gareggiare. Ringraziamo il nostro guerriero Daniele Ceccarelli che ha tirato fuori tutte le sue forze per essere lì con noi come lo è sempre stato! E Tiziana Mimmocchi Bos, Tiziano Trimboli e Francesca Festuccia per essere venuti ad omaggiare il nostro guerriero.

    Arrivederci alla prossima gara per continuare a crescere insieme.

  • 2° Corso Formazione per Insegnanti Corso Bambini, Propedeutico a Corso ITF Kids
    • Abano Terme (PD)
    • 03 maggio 2015

    La ASD TKD Academy del M° Devis Biacco, con il patrocinio del Comitato Veneto, ha organizzato il 2° Corso Formazione per Insegnanti Corso Bambini, Propedeutico a Corso ITF Kids tenuto dall'Istr. Simona Manganaro responsabile del settore Kids FITAE-ITF. Il primo corso era stato organizzato in Sardegna dal M° Dino Denei lo scorso Marzo.

    Presenti 22 corsisti, fra Maestri ed Istruttori arrivati anche dalla Toscana, per comprendere ed apprendere la metodologia ITF KIDS specializzata per i bambini.

    In particolare, il Corso, anche se del Settore Kids, non ha riguardato la spiegazione in dettaglio del Programma, ma la didattica a classi di bambini dai 3 agli o 8 anni, dai suoi contenuti alla gestione della disciplina e comunicazione.

    Sono state percorse le tappe dello sviluppo del bambino alternando la pratica con giochi e attività. Interessante e stimolante anche lo scambio di proposte che si è creato tra i partecipanti che hanno interagito attivamente e con grande interesse.

    La giornata si è svolta con quattro ore di formazione al mattino ed evento pomeridiano con i bambini dove ogni Maestro ha condotto un'attività con i bambini. Tutti si sono messi in gioco molto volentieri in un clima di ottima collaborazione. Molto graditi i riscontri dei genitori dei bambini che hanno partecipato alla sessione pomeridiana che si sono mostrati entusiasti e coinvolti.

    Al termine della giornata, consegna dei diplomi sia per Istruttori e attestato di partecipazione per bambini.

    Numerosi i commenti positivi e propositivi ed in programma un nuovo evento per Settembre all'apertura del nuovo anno sportivo.

    Per ulteriori informazioni si prega di contattare l'Istr. Simona Manganaro: kids@fitaeitf.com

  • 1° Corso Kids organizzato dal Comitato Sardo Taekwon-Do
    • Sarroch (CA)
    • 15 marzo 2015

    Il 15 Marzo a Sarroch (CA) si è svolto il 1° CORSO KIDS organizzato dal Comitato Sardo Taekwon-Do.

    BEL-LIS-SI-MO

    La soddisfazione dopo il 1° Corso Kids, è indescrivibile.

    Un'esperienza coinvolgente per tutti le componenti, insegnanti, bambini e genitori.

    I bambini hanno commentato a caldo con entusiasmo “Un allenamento diverso!”

    I genitori che hanno assistito erano entusiasti e tra questi alcuni insegnanti della scuola dell'infanzia hanno apprezzato il metodo e i contenuti del corso.

    Il merito è tutto della Responsabile del Settore Kids della FITAE, l'Istruttrice Simona Manganaro II Dan, che con la sua preparazione, professionalità ed entusiasmo ha trascinato nel Programma Kids i 24 insegnanti ed assistenti partecipanti, che hanno mantenuto altissimo il livello di attenzione e l'interazione con l'insegnante è stata continua.

    Tre ore di corso teorico al mattino, durante le quali sono stati descritti i “destinatari” del corso stesso, i bambini dai 3 ai 7 anni, i metodi e i contenuti del Programma Kids.

    Dopo una piccola pausa pranzo, c'è stato ancora il tempo per un po' di teoria e diverse prove pratiche.

    Alle 16.00 con l'arrivo dei bambini, si è concretizzato il Programma Kids, Simona Manganaro, coadiuvata dagli insegnanti ed assistenti, ha gestito una ventina di bambini e subito sono state poste in essere le nozioni del mattino.

    Sentire i bambini esternare le loro emozioni è divertente, ma molto più emozionante scorgere nei visi dei genitori un'espressione che diceva “non mi ero accorto!”.

    Il corso si è concluso alle 17.30 con la doverosa foto di rito e i ringraziamenti a Simona.

    Abbiamo così conosciuto un'altra Responsabile FITAE, apprezzata per la sua disponibilità, indiscussa preparazione, in modo tangibile dettata dal suo entusiasmo, ma soprattutto semplicità e cortesia, che ha conquistato tutto il Comitato Sardo.

  • Resoconto Annuale ITF Kids
    • 12 luglio 2014

    L'anno sportivo si è concluso da poco ed è stato probabilmente il più intenso di sempre. Durante questi mesi alcune novità hanno modificato radicalmente la routine delle lezioni.

    Verso Dicembre è stato finalmente diffuso il materiale Kids in edizione italiana. Ecco quindi le prime versioni cartacee di Tesserini Presenze, Compiti per il Passaggio di Livello e, finalmente, il Libro dello Studente Kids. A corsi già iniziati, ho ritenuto poco opportuno applicare il nuovo metodo su tutti i gruppi, limitandomi a “sperimentarlo” con i bambini che avevano già terminato il percorso Tigers. Nel metodo Kids, i tempi di conquista di distintivi e diplomi dipendono dal completamento di una scheda di traguardi personalizzati, che includono comportamenti positivi a casa, scuola e palestra; contenuti tecnici del Taekwon-do e giochi e attività dal Libro dello Studente. Il percorso risulta piuttosto accattivante, perchè il bambino vede gratificati i suoi sforzi con piccoli riscontri molto più immediati ( dalle spunte poste sulle schede controllate a fine lezione, agli adesivi e i visti presenze, prima ancora che dal distintivo ) Inoltre la scheda Compiti di Livello piace ai genitori, che possono chiederne la personalizzazione stabilendo gli obiettivi per il proprio figlio.

    Poco dopo l'inizio del percorso Kids con gli ex-tigers, altri genitori hanno chiesto di poter integrare subito il nuovo sistema, così nel giro di pochissimo ci siamo ritrovati a gestire un sistema “misto”, in cui, ad esempio, il libro tigers funge ancora da segna-presenze e piacevole lettura, mentre l'acquisizione dei distintivi e dei gradi segue la metodologia Kids. Abbiamo tuttavia anche dovuto riscontrare diversi livelli di coinvolgimento da parte delle famiglie. Alcune, a causa dei numerosi impegni a cui oggi i bambini, per scelta o necessità, sono costretti, non hanno vissuto i cambiamenti in maniera gratificante o ne sono state intimorite. Noi Istruttrici abbiamo dovuto imparare a gestire le esigenze di ciascuno, garantendo in primo luogo i legittimi riconoscimenti a tutti i bambini. Un anno di verifica quindi, non senza difficoltà da parte di entrambe le parti.

    I gruppi delle varie palestre hanno affrontato i temi del Lavoro di Squadra e delle Persone Pericolose. Eccezionale la risposta sul Tema delle Squadra anche da parte di bambini di 3 anni. Le attività si sono concentrate soprattutto sull'accoglienza e tolleranza delle differenze di ciascun membro di un gruppo; sulla gestione dei conflitti interni, trovando soluzioni di compromesso che permettessero di portare avanti il gioco (obiettivo primario!); sul guidare e prendersi cura degli altri. Per la maggior parte delle attività ho fatto riferimento o preso spunto dai corsi di teambuilding. Senza dubbio uno dei percorsi più divertenti e gratificanti.

    Il lavoro sulle Persone Pericolose è stato molto più delicato. La maggior parte dei bambini ha dimostrato una grande competenza nel riconoscere situazioni di possibile pericolo, grazie ovviamente al lavoro dei genitori, ed anche nella conoscenza di comuni regole di sicurezza personale in luoghi esterni. Difficile invece il lavoro sulla percezione di una situazione inappropriata per se stessi. Quasi mai il bambino è educato a fidarsi delle proprie sensazioni anzi, il messaggio veicolato è quasi sempre che solo gli adulti sanno cosa è bene e giusto. Così il campanello di allarme che potrebbe scattare in momenti in cui la propria incolumità fisica e psicologica è a rischio, è messo a tacere. Insegnare a dire NO, senza temere complicazioni sul fronte della condotta generale, è una grande sfida per ogni genitore! Oggi per fortuna moltissime iniziative aiutano a parlare di abuso in termini accessibilissimi a bambini di ogni età.

    Un discorso a parte meritano gli esami di passaggio di grado di fine anno. Quest'anno il programma di Taekwon-do è stato più intenso e rigoroso. Seguendo la nuova linea del Programma Kids, abbiamo puntato su precise competenze, in base all'età, che preparino il bambino all'esame di IX kup della Federazione FITAE. Alcuni tra i bambini più grandi, tra lezioni extra e lavoro a casa, sono riusciti addirittura a coprire tutto il programma ufficiale fino a Sajiu Makgi. Il Libro dello Studente è stato un supporto indispensabile ed efficace, mentre i genitori hanno mostrato infinita dedizione, sopportando anche la frustrazione di non poter aiutare il proprio bambino nello svolgimento di un compito così specifico.

    A causa di problemi logistici e di spazio, ogni classe ha svolto l'esame nel proprio giorno di lezione e, con enorme rammarico, solo ad una data su 3 il nostro Maestro è potuto essere presente, ma il risultato di tanto impegno è stata una prova che ha lasciato, sia a me che alla mia Assistente, solo uno scambio di sguardi stupiti e orgogliosi.

    Molte volte, nel corso dei mesi precedenti all'esame, ci siamo chieste se non stessimo pretendendo troppo da bambini così piccoli. La nostra preoccupazione a volte era però troppo legata all'ansia di conquista di questa o quella competenza tecnica di Taekwon-do. A fine anno una mamma, ci ha però detto qualcosa di illuminante. Ha osservato sua figlia un po' diversa dagli altri bambini nell'affrontare le cose, conoscendo già il nesso tra impegno e risultato. Il portare il Taekwon-do anche “fuori” la palestra, ripassando da sola, vivere la piccola ansia dell'incognita sull'esito dell'esame, l'ha in qualche modo aiutata a prendere confidenza con le sue potenzialità. La lezione più grande che mi hanno dato i miei allievi quest'anno, è stata imparare a usare fin da piccoli l'arte marziale come allenamento alla costanza e al coraggio di iniziare e portare a termine qualcosa, senza temerne l'esito. Il modo in cui i bambini vivono questa esperienza di Taekwon-do è inoltre qualcosa che io e i genitori possiamo influenzare fino un certo punto, un'avventura che appartiene solo a loro e che ci lascia, ad ogni momento cruciale, un po' con il fiato sospeso.

  • Gara Taekwon-Do Kids
    • Fiumicino (RM)
    • 30 marzo 2014

    Un'altra avventura è terminata, una gara per bambini come non se ne vedevano da tempo. 154 piccoli atleti si sono dati "battaglia" nel palazzetto di Fiumicino in una splendida giornata di sole. In qualità di organizzatore della gara non posso che complimentarmi con tutti, atleti, genitori, coach, arbitri e tutti i Maestri presenti. Devo però fare un ringraziamento particolare al GM Wim Bos che ci ha onorato della sua presenza e mi ha aiutato e consigliato per risolvere un problema sorto in gara che avrebbe potuto comprometterne la riuscita.

    La gara è terminata con vittorie e sconfitte ma, cosa più importante di tutte, senza alcun infortunio.

    Certo qualche dolorino c'è stato, ma fa parte del gioco!

    Per la prima volta abbiamo proposto anche una gara di combattimento tradizionale con due coppie in gara che ci hanno regalato un momento di ottimo livello e competenza tecnica relativa alla loro età e grado.

    In conclusione vorrei ricordare che i grandi campioni di oggi sono i bambini di ieri!! Quindi Maestri e allievi, siamo sulla giusta VIA per far crescere i nostri piccoli campioni! 

    I Maestri e Istruttori presenti: Iagher, Minotti, Gentile, Caiazzo, Capolongo, Arena, Rinaldi, Cavidossi, Persia, Picchi.