Il Settore Arbitri della FITAE-ITF è uno dei cardini fondamentali per la nostra organizzazione, è per definizione il collante fondamentale tra il Settore Agonisti quello Organizzazioni Gare e la base dell'ASD FITAE-ITF, quella che definirei la sua unica linfa vitale, gli atleti.

Tanti sforzi da parte del mondo agonista sarebbero vanificati senza il lavoro di preparazione ed aggiornamento che la Commissione cerca di assicurare con i Corsi Nazionali e di Aggiornamento che vengono strutturati ed organizzati in modo da poter coinvolgere il maggior numero di persone possibili, tra i tecnici, atleti ed coach.

È un settore che ha non solo lo scopo, ma il vero e proprio "dovere deontologico", di preparare la classe arbitrale al meglio, per poter essere sempre al passo con i tempi ed i regolamenti in continua evoluzione, così da poter assicurare sempre la massima regolarità delle gare sportive, che sono parte integrante della nostra disciplina.

Responsabile di questo Settore è il Master Stefano MINOTTI, che durante la sua carriera ha partecipato in qualità di Ufficiale di Gara a ben 6 Mondiali, 11 Europei, 3 Coppe del Mondo, una Coppa Europa e circa 20 Campionati Nazionali, coadiuvato dal Maestro Andrea Cendron con notevole esperienza sia a livello nazionale che internazionale.

Per il futuro il progetto principale è, oltre a consolidare il già collaudato metodo dei Corsi Nazionali, quello di creare una vera e propria classe arbitri nazionale professionistica, che possa assicurare tutta la qualità e la professionalità che meritano tutti i nostri associati per il tramite di veri e propri corsi di specializzazione aperti a tutti coloro i quali vogliano far crescere sempre più la già alta qualità dei nostri Arbitri.

Responsabile
Master
Stefano Minotti

VII DAN


Membri
Maestro
Andrea Cendron

VI DAN


Non ci sono documenti.

  • Corso Arbitri Nazionale
    • Cagliari
    • 02 aprile 2016 - 03 aprile 2016

    Prosegue a ritmo sostenuto l’avvicinamento al 33° Campionato Nazionale FITAE-ITF e parallelamente anche i Corsi Arbitrali per preparare le equipe arbitrali che vi parteciperanno.

    Ed è proprio l’obiettivo primario dello svolgimento dei tanti appuntamenti dedicati alla classe arbitrale organizzati dalla nostra Commissione Nazionale.

    Anche la tappa sarda, caratterizzata in primis dalla splendida accoglienza e dal ben noto calore del popolo sardo, ha conclamato, nelle due giornate di sabato 2 e domenica 3 Aprile, la giustezza della formula che ha dato sempre più spazio alla pratica sul campo dei futuri arbitri, questo grazie anche all’aiuto di atleti che si sono cimentati nelle varie discipline e che hanno dato così modo ai partecipanti di provare fattivamente le difficoltà del giudizio.

    Come è oramai consuetudine, domenica verso le 16:30, presso il centro Be Fit del Maestro Raimondo Mamusa che ringraziamo per la gentile collaborazione, con la massima concentrazione i partecipanti hanno affrontato il test d’esame finale.

    Un ringraziamento ai promotori dell’appuntamento in terra sarda, specialmente a Master Contini, che ci ha ospitato preso il suo centro sportivo di Sarroch sabato pomeriggio, al Maestro Raimondo Mamusa, come già detto, ottimo padrone di casa nella giornata di domenica, al Maestro Dino Denei, impeccabile coordinatore dalla squisita gentilezza, ai Maestri Congia e Palmas sempre presenti e, ovviamente, a tutti i partecipanti.

    Il M° Dino Denei ha così commentato:

    In una famiglia è doveroso e naturale aiutarsi, in modo del tutto disinteressato.

    Spesso nelle nostre palestre si utilizza il termine "famiglia" o "gruppo" perché probabilmente si percepisce fortemente una condizione che ci accomuna e ci coinvolge.

    E' sicuramente più difficile provare le stesse emozioni e coinvolgimenti verso le altre palestre tuttavia, quando accade, il senso di appartenenza ad un gruppo è forte nella stessa misura e il coinvolgimento va oltre ogni interesse personale.

    Perdono importanza il tempo dedicato agli altri, il tempo sottratto ai propri affetti, i sacrifici sostenuti per imparare, le spese economiche sostenute, esiste solo il fine ultimo, "dare" tempo, impegno, nozioni, con il solo fine di crescere in nome di quel senso del dovere che un'arte marziale ci insegna dal primo giorno in cui calchiamo un tatami.

    Questo è ciò che è successo sabato 2 e domenica 3 aprile, durante il Corso Nazionale Arbitri, al quale hanno partecipato praticanti di diversi centri sportivi che, sotto la guida di tre grandi professionisti del settore, i Master Minotti eMaragoni edilM° Cendron, si sono sentiti un unico gruppo e parte di quella famiglia che è la FITAE-ITF.

    Siamo certi che anche la Sardegna darà quest’anno il suo contributo per rendere il nostro Campionato Nazionale sempre più stimolante e gratificante per tutti coloro i quali vi parteciperanno.

    A breve, e comunque solo dopo l’ultimo appuntamento di Padova previsto per il 23 e 24 aprile p.v, verranno comunicati i nominativi dei candidati arbitri per il prossimo Campionato Italiano 2016 in programma per il 21 maggio 2016 presso il Pala Flaminio di Rimini.

  • Corso Nazionale Arbitri
    • Piombino (LI)
    • 04 marzo 2016 - 05 marzo 2016

    Venerdì 4 e Sabato 5 Marzo, presso la storica Palestra Body Line di Piombino, grazie alla preziosa collaborazione dei Maestri Bernardeschi, D’Andrea, Della Vecchia e Ghizzani, si è svolto il Corso Nazionale Arbitri 2016, istituito con decisione del Consiglio Direttivo in via del tutto eccezionale, come il prossimo del 2 e 3 Aprile p.v. in Sardegna, per venire incontro alle esigenze organizzative del prossimo Campionato Nazionale FITAE-ITF 2016.

    I partecipanti hanno avuto modo di approfondire, durante le sessioni teoriche/pratiche, il Regolamento Arbitrale, facendo particolare attenzione agli ultimi emendamenti in materia.

    I candidati al ruolo di Ufficiale di Gara, in due distinte aree di gara, in una formula oramai collaudata e che negli ultimi anni ha dato ottimi frutti, hanno praticato ed affinato le tecniche d’arbitraggio per la migliore gestione di tutte e cinque le discipline che contraddistinguono le nostre manifestazioni sportive.

    Durante la mattinata del sabato abbiamo avuto il piacere e l’onore di ospitare poi uno dei personaggi di spicco della nostra organizzazione, il Maestro Paolo Giannerini, uno dei Padri Fondatori della FITAE-ITF e che ci ha onorato della sua presenza anche durante la pausa pranzo.

    Verso le 16:30 del sabato i corsisti affrontavano l’oramai consueto test d’esame finale per concludere ufficialmente il corso verso le 17:30 come da programma.

    La Commissione Arbitrale FITAE-ITF ringrazia tutti partecipanti per l’interesse e l’attenzione dimostrata durante l’intero corso e dà a tutti i promossi l’appuntamento per Maggio al Campionato Nazionale FITAE-ITF 2016.


    Master Stefano MINOTTI
    Responsabile Settore Arbitrale FITAE-ITF

  • Corso Nazionale Arbitri 2016
    • Roma
    • 16 gennaio 2016 - 17 gennaio 2016

    Sabato 16 e Domenica 17 Gennaio, presso la Polisportiva Marconi Stella di Roma, si è svolto il Corso Nazionale Arbitri 2016, organizzato e tenuto dalla Commissione Arbitri Nazionale composta dal Responsabile Master Stefano Minotti, da Master Luca Maragoni e dal Maestro Andrea Cendron.

    I partecipanti hanno avuto modo di approfondire nella giornata di sabato in due distinte sessioni teoriche e pratiche, intervallate da una breve pausa pranzo, tutte le argomentazioni inerenti l’attuale Regolamento di Gara ed Arbitrale, con annessi gli ultimi emendamenti allo stesso.

    Domenica mattina, anche grazie alla presenza di molti atleti di notevole spessore tecnico/atletico, i futuri Ufficiali di Gara hanno avuto modo, in due distinte aree di gara regolamentari, di praticare ed affinare le tecniche d’arbitraggio per la migliore gestione di tutte e 5 le discipline che contraddistinguono le nostre manifestazioni sportive.

    La domenica pomeriggio si è tenuto un interessante e costruttivo briefing conclusivo, arricchito dalla gradita partecipazione del nostro DTN Grand Master Willem Jacob Bos che, essendo stato presente durante tutto lo svolgimento delle sessioni sia teoriche che pratiche, si è complimentato per la professionalità e la competenza con cui è stato impartito il corso.

    A conclusione, i partecipanti hanno affrontato l’oramai consueto Test d’Esame Finale per concludere ufficialmente il corso verso le 17:00 come da programma.

    La Commissione Arbitrale FITAE-ITF ringrazia tutti partecipanti per l’interesse e l’attenzione dimostrata durante l’intero corso e dà a tutti i promossi l’appuntamento per Maggio ai Campionati Italiani FITAE-ITF 2016.

  • Corso Arbitri Nazionale
    • San Gavino Monreale (VS)
    • 31 gennaio 2015

    Archiviato anche il 2° Corso Arbitri Nazionale, che anche quest’anno ha visto protagonista la palestra Be-Fit dei San Gavino Monreale, diretta dal M° Raimondo Mamusa IV Dan, promossa a pieni voti, per la versatilità e organizzazione della struttura, dalla Commissione Arbitrale FITAE, per l’occasione riunita al completo e capitanata dal responsabile M° Stefano Minotti VI Dan, e composta dai Maestri Luca Maragoni VI Dan e Andrea Cendron VI Dan.

    A chi avrà letto l’articolo relativo al 1° Corso Arbitri dello scorso anno, probabilmente sembrerà di rileggere lo stesso articolo, ma non ci sono parole differenti per descrivere la preparazione, la disponibilità e la professionalità che caratterizzano i Corsi Arbitrali FITAE.

    I tre Maestri infatti hanno dato vita ad un corso interattivo, catturando e mantenendo costante l’attenzione dei partecipanti, e sono riusciti a completare l’intero programma anticipando anche l’inizio del test finale, che è stato molto gradito dai partecipanti, i quali superato il corso saranno inseriti nell’Albo Arbitrale del Comitato Sardo Taekwon-Do FITAE-ITF.

  • Corso Nazionale Arbitri - Report del M° Minotti
    • San Gavino Monreale (VS)
    • 31 gennaio 2015

    È ancora viva l’emozione dei due corsi di Terracina e Treviso che già siamo di nuovo in pista, in tutti i sensi oserei dire, visto che il nostro areo già sta rullando sulla pista di decollo per Cagliari.

    Questa volta mi accompagna nel viaggio il sempre professionale Maestro Maragoni. Ad attenderci all’Aeroporto di Cagliari lo squisito Maestro Dino Denei che, con la sua proverbiale ospitalità, ci fa veramente sentire come a casa nostra, e l’instancabile Maestro Cendron.

    La Commissione Arbitri FITAE-ITF si è riunita finalmente in quel di Karalis!

    Dopo una tranquilla e rigenerante nottata, grazie alla collaborazione del nostro “amico” Dino raggiungiamo la località di San Gavino Monreale a circa 50 Km dalla bella Cagliari, in pieno Medio Campidano, dove veniamo accolti calorosamente da 23 candidati Arbitri nel bellissimo centro sportivo Be Fit, gentilmente offerto per l’occasione dal Maestro Raimondo Mamusa e dai suoi soci, che ringraziamo ancora una volta per la gentile collaborazione offerta.

    Grazie all’abbondanza di spazi ed alla possibilità di sfruttare liberamente le sale a nostra completa disposizione, la mattinata trascorre piacevolmente e riusciamo a dipanare i punti salienti del nostro Regolamento Arbitrale di Forme, il tutto intervallato da momenti dedicati all’applicazione dello stesso.

    Dopo una pausa pranzo, a base di prodotti tipici locali, apprezzata dai molti commensali , il pomeriggio riprende con l’applicazione diretta del Regolamento di Gara di Combattimento che alterniamo ad alcune doverose puntualizzazioni teoriche, ma basando il tutto quasi esclusivamente sulla pratica e naturalmente dando spazio alle altre tre discipline sportive ITF , il Combattimento Tradizionale, le Tecniche di Potenza e quelle di Tecniche Speciali.

    La platea dei corsisti, sempre attiva e partecipativa, raggiunge l’acme dell’attenzione durante lo svolgimento del Test con il quale si conclude il Corso Arbitri 2015 in Sardegna, e del quale daremo presto i risultati a tutti partecipanti ai Corsi.

    Cosa dire di più se non ringraziare innanzi tutto i Master e Maestri partecipanti, solo grazie a loro ed alla loro partecipazione abbiamo potuto avere una classe così attenta ed educata, sempre pronta ad andare oltre il pedissequo ed anacronistico ripasso del Regolamento e mai annoiata, ma assetata di conoscenza che speriamo di aver almeno in parte placato.

    Un grazie quindi a Master Fabrizio Contini, al Maestro Antonello Palmas, al Maestro Antonio Farris, al Maestro Christian Oriolani e al Maestro Luciano Cau.

    Grazie ancora per la gentilezza e per la squisita ospitalità al sempre perfetto Maestro Raimondo Mamusa.

    Infine un grazie speciale a te caro Maestro Dino Denei, è specialmente grazie a te se ogni volta, tornando in Continente, lasciamo un pezzettino del nostro cuore lì da voi…

    Arrivederci a presto!

    La Commissione Arbitri Nazionale FITAE-ITF

  • Corsi Nazionali per Arbitri
    • Terracina (LT) - Treviso
    • 24 gennaio 2015 - 25 gennaio 2015

    Sabato 24 e domenica 25 Gennaio 2015, si sono svolti, come da calendario, i primi due dei tre Corsi Nazionali Arbitri dell'anno sportivo 2015 da parte della Commissione Nazionale Arbitri, composta dal responsabile Maestro Stefano Minotti e dai Maestri Luca Maragoni e Andrea Cendron.

    Si comincia sabato a Terracina, famosa e bellissima cittadina dell'Agro Pontino, incastonata tra le pendici dei mondi Ausoni e lo splendido golfo tra Sperlonga ed il promontorio di San Felice Circeo.

    Non poteva esserci scenario migliore per accogliere i 32 partecipanti a questo primo appuntamento ove tutto converge verso un comune obiettivo, preparare e selezionare quelli che saranno i partecipanti, in veste di Ufficiali di gara, ai prossimi Campionati Nazionali FITAE-ITF in programma il 21 e 22 Marzo a Rimini.

    La mattinata di lavoro, è stata introdotta mirabilmente dal nostro Presidente Master Senior Carmine Caiazzo, sempre affabile e squisito nell'accoglienza e professionale nella gestione degli eventi, e sotto la supervisione di Master Giovanni Cecconato, che ha avuto modo di ricordare, in veste di organizzatore, alla platea dei candidati arbitri l'appuntamento più importante non della stagione ma osiamo dire dell'intera storia FITAE dopo il memorabile Mondiale 2001 a Rimini: il Mondiale ITF dal 27 al 31 Maggio 2015 a Jesolo.

    Il corso fluisce piacevole e grazie all'innovativa formula della spiegazione del regolamento e della pratica contestuale che si rivela ancor più stimolante suscitando l'interesse e l'entusiasmo dei partecipanti.

    Dopo la pausa pranzo le attività riprendono con la stessa formula, che ha visto alternarsi nella mattinata spiegazione e pratica prevalentemente delle forme e nel pomeriggio quella dei combattimenti, si conclude con la consegna ai partecipanti di un questionario di gradimento (che speriamo abbia esiti positivi) e del temuto quanto necessario test d'esame che introduce da quest'anno l'obbligatorietà del suo svolgimento per concorrere alla qualifica di Arbitro di Classe B.

    Ho dovuto lasciare anticipatamente la sessione di lavoro per prendere il volo per Venezia in occasione del corso arbitri del giorno successivo, ma i partecipanti sono rimasti per completare il sotto la supervisione del Maestro Luca Maragoni (già famoso pluricampione nella storia della ITF), che già nella serata precedente fu perfetto Anfitrione e tanto perfetto è stato nella gestione condivisa dell'intero corso e nel suo epilogo concretizzato con il ritiro dei compiti e la consegna dei diplomi di partecipazione.

    Colgo l'occasione per ringraziare l'atleta Pasquale Palmieri che ha collaborato in modo eccellente durante tutto lo svolgimento del corso.

    All'arrivo a Treviso, sede del corso domenicale, sotto un vero e proprio diluvio il collega M° Cendron mi ha accompagnato presso la struttura ricettivo/alberghiera dell'Hotel La Marca in località Catena di Villorba, a pochi chilometri dalla bellissima Treviso, che è stata scelta come sede della prima parte del Corso di domenica 25 dedicata alla spiegazione teorica dei nostri Regolamenti Arbitrali e di Gara. Questa difformità rispetto a ciò che era stabilito nell'invito si è concretizzata per la difficoltà di reperire una struttura che potesse accogliere al suo interno le attività simultanee di teoria e pratica, ma come vedremo in seguito nulla ha tolto al regolare e costruttivo svolgimento del corso.

    Il Corso inizia puntualmente alle 9.00 dove, con grande soddisfazione, su 43 partecipanti sono presenti ben 29 nuovi candidati che non avevano mai partecipato a nessun nostro corso arbitrale.

    La considerazione che si fa è che, considerata la non obbligatorietà dei Corsi stessi (se non per una parte risibile di persone per il passaggio da terzo a quarto Dan), l'ottima affluenza di candidati nelle due sessioni deve essere motivata da una sola ed unica spinta... la PASSIONE!

    Si può ben immaginare di come questo renda tutto più semplice, la motivazione in ciò che si fa è il volano principale che spinge tutte le nostre attività verso un unico comune obiettivo e cioè migliorare e rendere sempre più professionale la nostra classe arbitrale. Quindi un grande e sentito plauso a chi con la sua presenza, magari giustamente reiterata periodicamente nel tempo, testimonia l'aderenza a questa che dovrebbe essere la "forma mentis" di ogni buon praticante, per gli assenti si può solo dire che forse hanno perso, ancora una volta, occasione per migliorarsi.

    Sicuramente questo precetto di vita è rappresentato in pieno dal Maestro Cendron che da anni oramai vive la sua passione cercando di trasmettere tutta la sua esperienza, accumulata in anni ed anni di gavetta, specialmente durante i corsi in cui mi onoro, come detto per l'altro collega Maestro Maragoni, di averlo al mio fianco.

    La teoria, piacevolmente enucleata dalla classe docente, non tramite la pedissequa e stucchevole lettura dei regolamenti (inviati a tutti i partecipanti con altro materiale didattico, ma a disposizione sul nostro sito da tempo e quindi facilmente reperibili e consultabili) ma per mezzo specialmente di esperienze personali ed episodi di situazione, incardina nella mattinata i concetti nelle menti dei candidati, sviscerando tutti temi delle 5 discipline sportive del Taekwon-Do ITF.

    La realizzazione poi di tutto ciò si concretizza nel pomeriggio, dopo una breve pausa pranzo, nell'accogliente Palestra Comunale di Catena di Villorba, dove è stata ricreata una vera e propria situazione di gara con tutto il necessario (tatami sedie, clickers , segnapunti , bandierine , gong , nomi forme etc, etc). Numerose le simulazioni che si sono concretizzate grazie alla partecipazione di vere e proprie pool arbitrali che, superato un primo momento di imbarazzo, dovuto a volte all'inesperienza, hanno dato il meglio di sé ricreando un "quasi reale" clima gara, anche grazie alla partecipazione di tanti allievi locali che, ancora una volta, hanno testimoniato con la loro presenza di come tutto sia e debba essere vissuto nell'egida del Taekwon-Do come in tutt'uno senza soluzione di continuità.

    Finita la parte pratica, l'attenzione e la tensione letta nei volti di chi si accingeva alla prova finale cioè quella del Test d'Esame che, come a Terracina, era chiara e palpabile.

    Gli esiti dei test saranno comunicati a breve a tutti candidati, che ringrazio di nuovo a nome dell'intera Commissione per averci dedicato il loro prezioso tempo, o meglio per averlo dedicato al Taekwon-Do.

    Ringrazio ovviamente per queste due giornate esaltanti i miei colleghi Andrea e Luca, tutto il Direttivo FITAE-ITF per averci dato quest'opportunità, ma pensandoci bene ne avrei veramente troppe di persone da dover ringraziare in questo fantastico weekend da Roma a Terracina a Roma a Venezia a Treviso e a Roma !

    La scelta tra queste sarebbe veramente troppo ardua, tutte ma proprio tutte mi hanno lasciato qualcosa, un sorriso, una stretta di mano calorosa o tanti dubbi da risolvere ed interessanti quesiti da dipanare, ergo che dire? Sicuramente grazie a tutti, nessuno escluso.

    Grazie a voi depositari ora dello Yom Chi! Immaginando che tutto sia unito da quell'indissolubile "fil rouge" mi trovo a considerare che solo tramite questo nostro Principio Morale possiamo ancora vivere in questo bistrattato ed inflazionato settore delle cosiddette Arti Marziali, che definirei, per il caos che vi regna, un vero e proprio mare in tempesta. Quindi pronti ad affrontarlo e che il principio YOM CHI sia con noi sempre.

    Vi aspettiamo ora per il terzo ed ultimo appuntamento dei Corsi Arbitri a Cagliari, Sabato 31 Gennaio e nei prossimi imminenti appuntamenti sportivi, per testare la vostra preparazione e per prepararci al meglio divertendoci.

  • Riunione della Commissione Arbitrale
    • Roma
    • 08 novembre 2014

    In linea con il folto calendario Fitae-Itf per l'anno sportivo 2014/2015 lo scorso 8 novembre a Roma la Commissione Nazionale Arbitri ha programmato e posto le basi per lo svolgimento delle varie attività del settore ove saranno impegnati arbitri ed aspiranti arbitri.

    Il Responsabile Nazionale Arbitri, Maestro Stefano Minotti, ha aperto le porte della sua accogliente abitazione agli altri componenti della Commissione, Maestri Luca Maragoni e Andrea Cendron, i quali, tra cucina tipica romana e un buon bicchiere di vino, hanno potuto discutere e programmare, i vari impegni già calendarizzati:

    • 1^ corso arbitrale del 24 gennaio 2015 a Terracina;
    • 2^ corso arbitrale del 25 gennaio 2015 a Treviso;
    • 3^ corso arbitrale del 31 gennaio 2015 a Cagliari;
    • Campionato Italiano del 21 e 22 marzo 2015 a Rimini

    I Maestri, hanno potuto poi confrontarsi sulle varie idee e suggerimenti ricevuti per migliorare il settore arbitrale nazionale ed avere figure certe, professionali ed entusiaste su cui puntare per una crescita non solo a livello numerico.

    Allo stesso modo, i medesimi si sono soffermati sugli aspetti da migliorare, nel breve e lungo periodo, e sulle proposte/richieste da avanzare ai vertici della nostra organizzazione.

    Il tutto si è svolto con l'incontestabile dose di cordialità, rispetto, amicizia e collaborazione che, possiamo dire, caratterizza questa Commissione.

  • 3° Corso Nazionale Arbitri
    • Arezzo
    • 11 gennaio 2014 - 12 gennaio 2014

    Bilancio sicuramente positivo e grandi soddisfazioni per la Commissione Nazionale Arbitri al termine dei corsi nazionali svolti e programmati per riallineare la classe arbitrale ai regolamenti internazionali, resi obbligatori all’interno di tutte le compagni nazionali appartenenti alla International Taekwon-do Federation. Sull’onta di tale dictum, la nuova Commissione Nazionale Arbitri ha cercato, nonostante il sempre poco tempo a disposizione, di adottare una formula che spiegasse (nella maniera più esauriente possibile) quali novità sono state introdotte dalla International Taekwon-do Federation (ed in vigore dallo scorso 01 gennaio 2013) e consentisse di assorbire celermente le illustrate novità.

    I Maestri Stefano Minotti (responsabile), Luca Maragoni e Andrea Cendron sono stati presenti a Roma il 14 dicembre ed a San Gavino Monreale (CA) il 21 dicembre, quindi ad Arezzo l’ 11 gennaio rimanendo soddisfatti per l’attenzione, l’interesse e le capacità mostrate dai partecipanti a tutti e tre gli appuntamenti citati e che ha visto la partecipazione totale di ben 118 tra Masters, Maestri e Istruttori più e meno esperti arbitri, nonché assistenti istruttori e allievi coinvolti (per la prima volta) nella veste di giudice di gara.

    I corsi sono stati strutturati in due parti: 1) la mattina, sono stati spiegati (anche mediante proiezione su maxi schermo) i nuovi regolamenti internazionali, arbitrale e di gara. I docenti, alternandosi tra loro, dopo una rapida illustrazioni delle novità riguardanti la parte generale degli stessi si sono soffermati sui criteri di valutazione relativa alla gara di forme (individuale e a squadra), elencando e spiegando punto per punto la tabella relativa alla decurtazione dei punti; quindi, sono passati alle novità introdotte per la specialità dei combattimenti (individuali e a squadra) evidenziando, in particolar modo, il lavoro dell’arbitro centrale nella valutazione delle tecniche/azioni comportanti le ammonizioni, assegnazioni dei punti in meno e delle squalifiche; dunque, sono state spiegate le nuove procedure e modalità di giudizio relative alla gara di potenza, tecniche speciali e combattimento tradizionale. 2) il pomeriggio, tutti i partecipanti (a rotazione) hanno potuto affrontare praticamente le tematiche spiegate sui quadrati di gara appositamente ricostruiti all’interno delle strutture ospitanti i vari corsi. Le varie terne arbitrali formatesi di volta in volta (e dislocate anche su più quadrati) hanno eseguito la procedura di entrata e di uscita dal quadrato, quindi hanno giudicato le forme applicando il nuovo criterio di giudizio in vere e proprie simulazioni di gara con le eventuali casistiche riscontrabili nelle manifestazioni ufficiali (e con l’ausilio di atleti non partecipanti ai corsi che si sono resi disponibili ad essere giudicati); allo stesso modo, tutti hanno avuto modo di esercitarsi con la gestualità di competenza del Presidente di giuria e dell’arbitro centrale per poi assegnare punti in veri e propri combattimenti simulati. Stesso modus operandi nell’esercitazione delle altre specialità di gara, quali la potenza, le tecniche speciali ed il combattimento tradizionale (ai quali, purtroppo, non si è potuto dedicare il tempo necessario).

    Gli ultimi 15 minuti, poi, sono stati dedicati ad un test di valutazione predisposto dalla Commissione al fine di verificare il recepimento di quanto affrontato durante il corso e formare un data base di arbitri nazionali da formare, professionalizzare e su cui poter contare nelle future manifestazioni indette dalla Fitae-Itf. L’applicazione, l’entusiasmo e la voglia di recepire al meglio le novità introdotte dalla International Umpire Committee da parte di tutti gli intervenuti hanno particolarmente impressionato i docenti facendoli ben sperare nella possibilità di creare una classe arbitrale quanto più professionale e aggiornata possibile e creare figure specializzate nei vari ruoli (Pres. di Giuria, arbitro centrale, arbitro d’angolo, ecc. ecc.).

    La Commissione nazionale arbitri, da parte sua, spera di essere stata utile ai futuri arbitri nazionali e che gli stessi siano rimasti soddisfatti del lavoro svolto, oltre che ad aver passato una piacevole giornata di formazione e crescita comune. Il suo lavoro, appena iniziato ma con le idee già ben chiare su come lavorare per il futuro e realizzare quanto sopra auspicato, continuerà (insieme a tutti coloro che verranno impiegati) al prossimo Campionato nazionale dell’ 8/9 marzo a Riccione confidando nella preparazione e professionalità di tutti i partecipanti.

    Taekwon!!! …e grazie.

Email: arbitri@fitaeitf.com

Sito web: